Dal 25 al 27 febbraio 2022

venerdì 25 e sabato 16 ore 21.00, domenica 17 ore 16.00

Gioele Dix in

La corsa verso il vento

Dino Buzzati o l’incanto del mondo

Gioele Dix

Di e con

Gioele Dix


Disegno Luci

Carlo Signorini


Audio

Giuseppe Pellicciari (Mordente)

NUOVA PRODUZIONE 

Nel 2022 ricorreranno i 50 anni dalla morte di Dino Buzzati.


Gioele Dix, che ha appena realizzato per Audible gli audiolibri delle sue opere più importanti (fra le quali Il deserto dei tartari e Un amore), dedicherà il nuovo spettacolo La corsa dietro il vento proprio al grande scrittore bellunese, del quale è appassionato estimatore fin dall’adolescenza.


L’idea nasce dall’intento di dare corpo teatrale alla prosa immaginifica di Buzzati, con particolare riguardo a quella narrativa breve che ha reso il suo stile inconfondibile.


Attingendo dal ricco forziere dei racconti di Dino Buzzati (le due celebri raccolte Sessanta racconti e Il colombre e altri cinquanta racconti), Dix compone un variegato mosaico di personaggi e vicende umane, strabilianti e comuni al tempo stesso, nelle quali ogni spettatrice e spettatore potrà ritrovare tracce di sé: relazioni, esperienze, sentimenti, sogni e fantasie, anche le più segrete e inconfessabili.


Scrittore, giornalista, pittore, talento multiforme, Dino Buzzati è stato soprattutto un fine scrutatore d’anime.


E la sua scrittura, insieme realistica e fantastica, corre fulminea al punto, ma non trascura mai l’eterna sospensione che caratterizza la nostra esistenza. Da appassionato conoscitore dei suoi scritti, Gioele Dix trae spunto da alcuni racconti, o parte di essi, per disegnare con fine ironia il complicato labirinto di desideri e fallimenti al quale, volenti o nolenti, siamo tutti destinati.


La corsa dietro il vento è un progetto drammaturgico recitato e sentito con intensità e divertimento, che intreccia letteratura ed esperienza di vita. Attraverso Buzzati, Gioele Dix parla (anche) dei propri gusti, delle proprie inquietudini e delle proprie comiche insofferenze.


Come l’enigmatico protagonista di un racconto buzzattiano, Gioele Dix fa da guida al pubblico in un inedito viaggio teatrale, in continuo bilico fra ombre e attese, illuminazioni e misteri, illusioni e risate.


“…e li faceva volare in alto sopra i tetti neri della città, portati via da un fanciullesco incanto.”