logo-teatro-manzoni-monza

TEATRO SCUOLA 2017-18

Spettacoli per la scuola secondaria di primo grado

Il Teatro Manzoni di Monza è lieto di presentare la stagione teatrale dedicata alle scuole, il cui calendario è in via di definizione. Il costo del biglietto per gli alunni è di euro 5,00 per ogni spettacolo; gratuità per docenti e accompagnatori. Inizio spettacoli ore 10:00.

Per info e prenotazioni: manzoniragazzi@baraccadimonza.it – 039 463070 – 334 8096182

 

PER QUESTO!
Tematiche: Mafia, educazione alla legalità, crescita
Compagnia Eleonora Frida Mino

 

per questo

Giovanna è una ragazzina di Palermo. Dopo un episodio di bullismo capitato ad un compagno di scuola, il suo papà decide che è arrivato il momento di regalarle una giornata speciale, per raccontarle la storia di un “certo” Giovanni. Giovanna scoprirà cos’è la mafia, che esiste anche a scuola, nelle piccole prepotenze dei compagni di classe, ed è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi. Liberamente ispirato al romanzo “Per questo mi chiamo Giovanni” di Luigi Garlando

 

BUON VIAGGIO
Tematiche: Migrazione, viaggio, avventura
Compagnia Cicogne Teatro

 

buon viaggio

Un bambino cammina nel deserto. Indossa una maglietta da calcio e ai piedi porta scarpette rosse, da corsa. Guarda a terra, nella sabbia e cerca conchiglie. Quando le avrà trovate sarà arrivato al mare, potrà imbarcarsi, raggiungere la grande città italiana e realizzare il sogno della sua vita: giocare a calcio nella squadra del cuore. Un pescatore di Porto Palo, in Sicilia, ci racconta il viaggio straordinario, avventuroso e imprevedibile di questo ragazzino, partito da un paese del Mali per raggiungere l’Italia.

 

VIA DA LI’
Tematiche: Pregiudizi, memoria, sport
Compagnia Pandemonium Teatro

 

via da li

Rukeli è stato campione di Germania dei pesi mediomassimi negli anni Trenta. Nato ad Hannover, in Germania, era sinti, quello che ancora oggi definiremmo uno zingaro. Proprio questa sua diversità lo ha reso un innovatore: è stato il primo pugile professionista a introdurre il “gioco di gambe”, uno stile elegante e leggero con cui muoversi sul ring in modo completamente nuovo. Ma nella Germania nazista uno zingaro non poteva certo essere il campione, e fu condannato a una discesa implacabile. Rukeli, però, era uno sportivo e provò con la sua diversità a sfidare i pregiudizi e la Storia.

 

BRANCO DI SCUOLA
Tematiche: Bullismo, scuola, adolescenza
Compagnia Non Solo Teatro

 

Branco di scuola

Il racconto è “una semplice storia di bullismo”, non riconduce a fatti clamorosi di spettacolari vandalismi, né di violenze degne di stuntman cinematografici, ma narra invece, con un linguaggio contemporaneo e ironico di un tradimento intimo e di un disagio crescente, perpetrato in modo costante e latente: fatti che, lontani dai clamori del richiamo mediatico, minano, in primis, la dignità umana. E’ la storia di un fratello e una sorella che, in maniera diversa, sono stretti nella morsa del bullismo reale e discriminante, apparentemente innocuo ma psicologicamente devastante.

 

SULL’ITALIA CALAVAN LE BOMBE
Tematiche: Guerra Mondiale, resistenza, crescita
Compagnia Nudo e Crudo Teatro

 

sull'Italia

La guerra. La resistenza. Una ragazzina di 13 anni. Una genuina voglia di libertà, un incontenibile bisogno di riscatto, una rocambolesca vitalità, forse un po’ incosciente, ma sincera ed umana, questo si legge nel diario autobiografico di Gloria. Una come tante altre, più fortunata forse, ma anche lei bambina cresciuta in un paese in guerra. E’ stato straordinario constatare come, per Gloria, la “resistenza” fosse insita nel suo stare al mondo: questa ragazza non è un’eroina, ma ha un’ostinata volontà di capire il perché di ogni arbitrio, di ogni sopruso e di combatterlo.

 

ALICE – WHO DREAMED IT?
Tematiche: Letteratura, avventura, lingua inglese
Compagnia La Dual Band

 

alice

Alice è indomita e curiosa, tenera e ragionevole: perfino nei sogni riesce a mantenere un solido buonsenso che affonda le proprie radici nel proverbiale umorismo inglese. Le apparizioni che le si fanno incontro, tra cui il Bruco, il Gatto, il Cappellaio e tanti altri, sono spesso divertenti, non di rado sgradevoli e assurde, ma lo spirito conciliante di Alice le permette di scendere a patti con ognuna di esse, preparando la bambina a diventare un adulto equilibrato, cavalcando quel crinale sottilissimo che separa – o unisce – il desiderio di crescere e la nostalgia dell’infanzia. Spettacolo in lingua inglese

 

STUPIDO RISIKO
Tematiche: Guerra, impegno civile
Compagnia Teatrale Emergency

 

 IMMAG. 6

Lo spettacolo racconta in forma semplice e chiara – e, perché no, anche ironica – alcuni aspetti e avvenimenti della guerra e della sua tragicità, che spesso sono dimenticati o ignorati. Partendo dalla Prima Guerra Mondiale e passando per la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, arriva fino alle guerre dei giorni nostri raccontando la stupidità della guerra dal punto di vista delle vittime, proponendo critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze.Consigliato per le classi terze

 

MEMORIE DI FUTURO
Perché ogni giorno possa diventare il Giorno della Memoria

SULLA PELLE – Lettura teatrale
La metafora centrale della lettura-spettacolo è un tatuaggio. I tatuaggi, così come i piercing, hanno ormai assunto connotati particolari nelle culture giovanili, evidenziando carattere trasversale, comunicando appartenenza, differenziazione ed affermazione del sé. Ma parallelamente nella storia alcuni tatuaggi sono tragici segni di sopruso ed oppressione. All’interno di Sulla pelle il tatuaggio diventa simbolo della storia individuale e collettiva, segno indelebile dell’accaduto
e imprescindibile monito per il futuro.